9 Ott

budapest 90

Pubblicato da Blog Admin

Video importato

YouTube Video

 

Leggi tutto..

19 Lug

‘Na serenata a ponte

Pubblicato da Blog Admin

Una canzone romana che ho conosciuto grazie all’interpretazione di Tosca, nel film ‘baciami piccina’.

Leggi tutto..

13 Giu

Dejan Bodiroga

Pubblicato da Blog Admin


Questa è la lettera che il Ministro Fioroni ha inviato a Dejan Bodiroga, esempio vivente di classe cristallina e lealtà sportiva.

Caro Dejan,

ho seguito in questi giorni l?emozione suscitata dal suo addio al basket giocato. Ma mi ha colpito ancora di più il fatto che tanti ragazzi suoi tifosi abbiano riconosciuto in lei un modello di lealtà sportiva, di coraggio e di passione, valori ai quali hanno voluto rispondere con quei dieci minuti di ovazione al Palazzo dello sport di Roma che hanno emozionato tanti.

Sono tempi nei quali abbondano i dispensatori di buoni consigli ma scarseggiano, purtroppo, i portatori di buoni esempi. A conclusione di un anno difficile per la scuola credo di poter dire che, invece, è di questi testimoni che i ragazzi hanno bisogno e che, dove arriva un testimone, non riuscirà mai ad arrivare né una, né dieci, né cento campagne antibullismo o antiviolenza.

La sua carriera parla da sola: dovunque sia andato, da Milano a Madrid, da Barcellona ad Atene e infine a Roma, lei ha lasciato il segno della sportività, del rispetto dell?avversario che non è mai un nemico e, soprattutto, pur potendo brillare da solo come stella di prima grandezza, ha continuato a giocare con e per la squadra.

E? tutto questo che oggi la consacra tra i grandi giocatori, tra quelli che non saranno mai ?ex?.

Ed è per tutto questo che le chiedo, qualsiasi sarà il suo futuro, di non lasciare soli i ragazzi: resti a testimoniare questi valori, anche nelle nostre scuole. Magari già a settembre per aprire il nuovo anno scolastico. Ci pensi.

Lei ha ancora tanto da insegnare, Dejan, e, mi creda, è il mestiere più difficile.

Giuseppe Fioroni
Ministro della Pubblica Istruzione
Riferimenti: terzotempo

30 Apr

Perso nella traduzione…LIVE!

Pubblicato da Blog Admin


Amici blogger di Roma, quale migliore occasione per conoscerci?
Vi aspetto.
Ciao!!!
Riferimenti: Carlito su MySpace

19 Apr

Assolo

Pubblicato da Blog Admin

Monologo all’Ambra Jovinelli
confronto fra i bagnini del litorale romano e i guardaspiaggia di baywatch

Video importato

YouTube Video

Riferimenti: YouTube

26 Feb

Grande Ennio!

Pubblicato da Blog Admin


Complimenti Maestro,
per la meraviglia che regala alle nostre orecchie
per la semplicità e la simpatia dei suoi commenti a caldo.
‘Sono andato bene?’
E’ andato benissimo.
Continui così, a lungo.
Ad Maiora

22 Feb

Quando si dice ‘la finezza’

Pubblicato da Blog Admin


Libero colpisce ancora. Con la delicatezza e l’ironia che lo contraddistingue, Vittorio Feltri mette in prima pagina questa vignetta ‘degna’ del miglior Walter Molino.

Ormai è chiaro, LIBERO è il prossimo organo di stampa del Bagaglino.

Che tristezza

19 Feb

PILAR – femminile singolare

Pubblicato da Blog Admin


Bloggers romani e bolognesi interessati alla buona musica, sono qui a consigliare l’incontro con una cantante che emoziona: PILAR.
Mercoledì 21 febbraio alle 18:00 presenterà il suo disco d’esordio presso le Messaggerie musicali di Via del Corso a Roma.

Giovedì 22 è a Bologna (ore 18:00) alla MEL Bookstore di Via Rizzoli.

Buon ascolto a tutti.

Riferimenti: sito ufficiale

13 Feb

They are The Police …and they’re back!

Pubblicato da Blog Admin

Li ho conosciuti a 12 anni e da quel giorno non me ne sono più separato.
Welcome back GUYS!!!

Video importato

YouTube Video

Riferimenti: World TOUR 2007

31 Gen

GRAZIE DI ESISTERE SILVIO

Pubblicato da Blog Admin


L’episodio più bello degli ultimi mesi. Più emozionante del rigore di Grosso a Berlino. Un vero ‘coup de teatre’.

Lettera dell’ex premier a Veronica Lario dopo quella pubblicata da Repubblica
“Perdona un carattere giocoso e autoironico, e spesso irriverente”
Berlusconi chiede scusa alla moglie
“La tua dignità è un bene prezioso”
“Proposte di matrimonio, credimi, non ne ho mai fatte a nessuno
Il mio orgoglio privato cede alla tua collera come atto d’amore”

MILANO – “La tua dignità è un bene prezioso”. Tanto tuonò che piovve e, alla fine, Silvio Berlusconi non ha potuto non farlo. Chiedere scusa alla moglie, Veronica Lario, che dalle pagine di Repubblica ha chiesto al marito di cospargersi pubblicamente il capo di cenere dopo il comportamento tenuto durante la cena seguìta alla cerimonia di consegna dei Telegatti, lo scorso fine settimana. E allora, “Cara Veronica, eccoti le mie scuse”. La moglie, da parte sua, non commenta: “Non rilascio dichiarazioni”, fa sapere.

Una battuta su quanto gli sarebbe piaciuto sposare la deputata azzurra ed ex soubrette Mara Carfagna, un’altra sull’abito generoso della velina di Striscia, Melissa Satta, i palpiti al cospetto della showgirl Aida Yespica, che per compiacerlo lo ha incoronato con un “Con lei andrei su un’isola deserta”, al che lui ha replicato “Io con te andrei dappertutto”. Gocce che hanno fatto traboccare un vaso già colmo da anni, fra gaffe e “piacionismi” da playboy incallito quale Berlusconi stesso si è sempre dichiarato.

Un atteggiamento inaccettabile per la moglie, una “linea di condotta che incrina un unico limite, la mia dignità di donna – scrive Veronica Lario a Repubblica – che deve costituire anche un esempio per i propri figli, diverso in ragione della loro età e del loro sesso”.

“Ero recalcitrante in privato – risponde adesso il leader di Forza Italia nella lettera di scuse – perché sono giocoso ma anche orgoglioso. Sfidato in pubblico, la tentazione di cederti è forte. E non le resisto. Siamo insieme da una vita. Tre figli adorabili che hai preparato per l’esistenza con la cura e il rigore amoroso di quella splendida persona che sei, e che sei sempre stata per me, dal giorno in cui ci siamo conosciuti e innamorati. Abbiamo fatto insieme più cose belle di quante entrambi siamo disposti a riconoscerne in un periodo di turbolenza e di affanno”.

“Ma finirà – continua Berlusconi – e finirà nella dolcezza come tutte le storie vere. Le mie giornate sono pazzesche, lo sai. Il lavoro, la politica, i problemi, gli spostamenti e gli esami pubblici che non finiscono mai, una vita sotto costante pressione. La responsabilità continua verso gli altri e verso di sé, anche verso una moglie che si ama nella comprensione e nell’incomprensione, verso tutti i figli, tutto questo apre lo spazio alla piccola irresponsabilità di un carattere giocoso e autoironico e spesso irriverente”.

“Ma la tua dignità non c’entra – precisa Berlusconi – la custodisco come un bene prezioso nel mio cuore anche quando dalla mia bocca esce la battuta spensierata, il riferimento galante, la bagattella di un momento. Ma proposte di matrimonio, no, credimi, non ne ho fatte mai a nessuno. Scusami dunque, te ne prego, e prendi questa testimonianza pubblica di un orgoglio privato che cede alla tua collera come un atto d’amore. Uno tra tanti. Un grosso bacio Silvio “.
Riferimenti: la Repubblica